Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni

Siviglia, la capitale esotica dell’Andalusia, situata sulla punta meridionale della penisola iberica. Una delle città che ha catturato nella sua architettura, i cambiamenti culturali del regno ispano-arabo. Casa del poeta Antonio Machado e della cultura fiamminga.

 

 

Viaggio a Siviglia in 3 giorni si può?

La risposta è sì con un sacco di Olés! Vivere Siviglia in 3 giorni ed essere circondati da una città multiculturale è un lusso da prendere nella vita. E con l’aiuto di questa piccola ma grande guida, il vostro viaggio a Siviglia sarà più di un 10.

Alcuni suggerimenti per visitare Siviglia in 3 giorni

La cosa più importante che possiamo dirvi è che per i punti principali, andare presto o approfittare degli orari dei pasti. Dato che le linee sono di solito molto lunghe. Si dovrebbe anche pianificare l’acquisto dei biglietti con il maggior anticipo possibile. E, infine, è consigliabile acquistare le audioguide o una guida specializzata per sfruttare al meglio la storia di Siviglia.

Se si presta attenzione ai nostri consigli, una buona opzione è quella di acquistare la SEVILLA CITY PASS card che include l’ingresso senza code (linea) all’impressionante Alcázar. Una crociera sul fiume Guadalquivir (anche senza code), sconto del 20% per le principali attrazioni ed escursioni che includono tour come tapas o ciclismo, spettacoli di flamenco (Tablao Flamenco Los Gallos) e molto altro ancora! Non c’è un limite di 24 o 48 ore. Godetevi Siviglia al vostro ritmo!

Trasporto privato al vostro hotel. E per me la cosa piu’ importante se andiamo appena in tempo. Biglietto 24h per il bus turistico, che effettua un tour dei principali punti di interesse (quasi tutta questa guida di Siviglia) e permette di scendere e visitare il monumento, salire e proseguire con la visita. Decidi tu quale sarà la tua prossima tappa.
Il prezzo del Sevilla City Pass è di 71€ per adulto. Qui è possibile acquistare il Sevilla City Pass su Internet.

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni

Iniziamo la guida con un super consiglio….. buono più di una mancia può essere considerato un REGALO perché….. Come vorresti iniziare il tuo viaggio con un TOUR GRATUITO attraverso il centro di Siviglia? Certo che e’ fantastico! Quindi ecco un TOUR GRATUITO per conoscere il centro città durante le 2:15h. La guida è esperta nella storia della città, e racconterà aneddoti e informazioni difficili da conoscere da soli.

Basta registrarsi per il Viaggio gratuito attraverso il centro di Siviglia qui. Una volta fatto questo, avrete visitato gran parte del centro storico e sarete pronti a proseguire con la nostra guida.

Siviglia è esotica e contagiosa di energia, basta passeggiare lungo la Triana, passeggiare per le strette vie del quartiere Santa Cruz, o contemplare il Parco De Maria Luisa. Questi sono alcuni dei luoghi che vi invitiamo a scoprire Siviglia in 3 giorni.

Siviglia in 3 giorni: 1° giorno

Real Alcázar de Sevilla
Testimone della storia di Siviglia, residenza del re e casa della famiglia Martell in Game of Thrones, Il Real Alcázar è uno dei palazzi più antichi in uso al mondo. Un palazzo che ha vissuto dalla fine del IX secolo l’influenza di diverse civiltà che sono passate attraverso questo suolo. L’interno dell’edificio ha numerose sale intorno a due cortili. Nei suoi giardini potrete osservare elementi arabi e rinascimentali.

Real Alcázar de Sevilla

Il biglietto ha un valore di 9,50€ e l’orario è dalle 9.00 alle 19.00, accorciando gli orari di chiusura in inverno.

Jardín del Real Alcázar de Sevilla

Barrio Santa Cruz

Proprietario di un magnetismo senza pari e patria di scrittori provenienti da tutto il mondo, il quartiere mostra una Siviglia diversa: patii con fiori, strade tortuose e un’atmosfera affascinante piena di miti urbani. Qui potete vedere: El callejón del Agua , un vecchio canale lungo 140 metri attraverso il quale scorre l’acqua. Attualmente ha giardini ed è un luogo magico da vedere. Alla fine di questo vicolo si trovano i giardini di Murillo , che presentano una composizione basata su percorsi reticolari formati da siepi e marciapiedi.

La piazza di Santa Cruz , dove c’era una chiesa in rovina che fu demolita dai francesi. Qui riposano i resti del pittore seicentesco Murillo. Oggi c’è una targa commemorativa.

Infine, il cortile delle bandiere , un cortile circondato dalle mura della Alcazar . In questo è il vicolo dell’antico quartiere ebraico e sfocia nel Callejon de Agua.

Indies Archive

L’edificio fu costruito per ordine di Filippo II tra il 1584 e il 1598. Con una strana distribuzione di due piani alti e quadrati su un podio. All’interno ha un cortile centrale in pietra, con un design unico. Nell’edificio sono conservati documenti relativi alla scoperta dell’America, tra gli altri.

La Giralda e la Cattedrale di Siviglia

Concludiamo il primo giorno con il monumento più riconosciuto di Siviglia: La Giralda , ed è il campanile della Cattedrale di Siviglia, alto 101 metri e i suoi due terzi inferiori della torre corrispondono al minareto della vecchia moschea del XII secolo. Il terzo superiore è una costruzione sovrapposta che fu realizzata anni dopo in epoca cristiana, per posizionare le campane. E la sua punta è coronata da una statua su un vaso, chiamata Giraldillo .

La Cattedrale di Santa María de la Sede de Sevilla , o meglio conosciuta come Cattedrale di Siviglia, è una cattedrale gotica del 1401. La sua costruzione avvenne tra i resti dell’antica moschea che occupava quel luogo.

Per le sue dimensioni è la più grande cattedrale cattolica del mondo e il terzo tempio cristiano dopo San Pietro a Roma e San Paolo a Londra. L’edificio ha soffitti a volta molto alti e numerose porte di accesso all’interno del tempio.

Ognuna di esse merita di essere ammirata, la più importante è la Puerta de la Asunción e la Puerta de San Miguel. All’interno si trova la tomba di Cristoforo Colombo. Su un lato della Cattedrale si trova il Patio de los Naranjos , risultato del patrimonio della Siviglia araba.

La giralda e la cattedrale, insieme all’Alcázar e all’Archivo de Indias, sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità. Il biglietto d’ingresso è di 9€.

Con energia per un drink? Vai al quartiere Triana, uno dei quartieri più tipici di Siviglia. Provate le tapas o la frittura andalusa.

Siviglia in 3 giorni: Giorno 2

Casa di Pilato

Uno degli edifici antichi più visitati di Siviglia e un chiaro esempio di design locale, questa è una copia del praetorium di Ponzio Pilato. Al suo interno, potrete ammirare un’impressionante collezione di dipinti dal XIV al XIX secolo, tra cui un Goya che rappresenta la resistenza del toro.

La casa rimane aperta dalle 9.00 alle 19.00, accorciando l’orario di chiusura da novembre a marzo. Il costo per vedere la casa è di €10.

Real Fábrica de Tabacos

Un imponente edificio riconosciuto come bene culturale, dove un’antica fabbrica di tabacco ha operato fino alla metà del XX secolo. Oggi utilizzato come sede del rettorato di Siviglia.

L’ingresso è libero e al suo interno si possono vedere tele che rappresentano il vortice del lavoro e le mansioni che i lavoratori svolgevano.

Torre d’oro

Sulle rive del fiume Guadalquivir si trova la Torre de Oro. Fu costruita nel 1220 e poi ricoperta di piastrelle d’oro. La torre ospita il Museo Navale.

Palazzo di San Telmo

Accanto al fiume Guadalquivir, questo imponente palazzo è anche un chiaro esempio di arte barocca sivigliana. Al suo interno spiccano diversi saloni, imponenti le scale.

L’ingresso al Palazzo è gratuito e la sua visita è su prenotazione solo il giovedì, sabato e domenica.

Maria Luisa Park

Conosciuto come il polmone di Siviglia, il parco che trabocca di verde ospita le piazze di Spagna e America. Lì potrete noleggiare una bicicletta e passeggiare per il parco e raggiungere la rotatoria di Bécquer, senza dubbio il luogo più romantico. Lì vedrete la rappresentazione del romanticismo attraverso tre donne: l’amore che passa, l’amore posseduto e l’amore perduto. Dietro si può vedere un uomo che si contorce nel dolore e un Cupido che simboleggia l’amore ferito e l’amore ferito.

 

Il quadrato della Spagna

La piazza di Spagna , una delizia per gli occhi, è una costruzione del 1929. Un edificio semicircolare e un lago sul fronte dove si può fare un giro in barca. E ‘stata la scena di grandi produzioni come Star Wars: L’attacco dei cloni. È impossibile perdersi questa meraviglia!

La Plaza de América si possono vedere tre edifici dove uno è il Museo Archeologico di Siviglia, all’interno si possono vedere pezzi che vanno dal Paleolitico al Romanico.

Come va il piano per stasera?
Beh, una passeggiata notturna ebraica situato nel centro di Siviglia, è un piano che Mola e molto. Essere uno dei luoghi più affascinanti e romantici della Spagna, dove si sente solo il rumore delle fontane e l’aroma degli alberi.

Siviglia in 3 giorni: Giorno 3

Barrio de la Triana e la storia della Spagna.

“Il cuore che va a Triana non tornerà mai più” dice Miguel Bosé e non si può immaginare quanto siano giuste le sue parole. Il quartiere di Triana è uno dei quartieri più personali di Siviglia, sede di grandi artisti come Isabel Pantoja.

Triana fu uno dei punti focali della storia nera in Spagna perché il Castillo de San Jorge, una fortificazione visigota, fu sede della Santa Inquisizione Spagnola dal 1481. I miti urbani raccontano che nel silenzio della notte, le catene strisciano sotto terra con un rumore incessante. Il suono tremolante si unisce a quello di qualche colpo alla parete. Secoli dopo il castello fu demolito per ampliare la Plaza del Altozano e creare così il mercato Mercadillo de la Triana , dove è possibile acquistare ogni genere di cose.

Triana

Si può anche camminare lungo il vicolo della Santa Inquisizione , che già ci si rende conto che è la cosa giusta.
La Triana è anche il quartiere dei vasai, è possibile fermarsi in uno qualsiasi dei laboratori e acquistare alcuni pezzi per decorare la vostra casa.

Ponte Isabel II

Siviglia ha un numero impressionante di ponti, ma senza dubbio il più importante e storico è il ponte Isabel II. Dichiarato Monumento Storico Nazionale. Ispirato al ponte di carosello sulla Senna, è una costruzione in ferro e pietra, che lo ha reso il primo in Spagna a non utilizzare il legno.

Cappella di San Giuseppe
Una bella cappella che mescola arte moderna e antica, nota per i suoi dipinti fiamminghi.

Palazzo dei Proprietari
Conosciuto anche come il Patio dell’infanzia dello scrittore Antonio Machado e attualmente proprietà del Duca d’Alba. Il Palazzo dei Proprietari è un edificio in stile gotico mudéjar che dovete ammirare con i vostri occhi.

Palazzo Lebrija
Palazzo storico del XV secolo e secondo la storia, la contessa di Lebrija fu appassionata collezionista di oggetti antichi e di valore archeologico. Tale è il caso all’interno di questi oggetti sono ancora oggi custoditi, tra cui i mosaici romani del II e III secolo del palazzo.

Porta della Macarena e della Basilica
L’imponente Basilica è un tempio di costruzione neobarocca che va dal 1936 al 1946, al suo interno si trova la Vergine della Speranza della Macarena. Patrona del distretto di Macarena a Siviglia. Di fronte alla Basilica si trova la Puerta de la Macarena che, accanto alla Puerta de Córdoba e alla saracinesca dell’olio, sono gli unici tre ingressi che si possono vedere oggi delle mura di Siviglia.

La Macarena

Non puoi lasciare Siviglia senza passare attraverso il Museo del Flamenco
Sei pronto a conoscere il magico mondo del Flamenco? Olé!
Situato nel punto più alto di Siviglia, all’incrocio delle strade dove è stata fondata la città stessa. Il museo è un luogo di riferimento per vedere l’autentico Flamenco, è anche sotto la mano artistica di Cristina Hoyos . Senza dubbio, dovresti fermarti qui, sì o no.

Siviglia tra tre giorni. Sei senza parole?
Conoscere una città richiede senza dubbio molto tempo, a maggior ragione se parliamo di una città esotica come Siviglia. Ma con i punti che abbiamo segnato in questa guida, lascerete la città zapateando come un vero andaluso.

Siviglia in 3 giorni PDF

Scarica la guida Guida PDF per tenerla a portata di mano durante il tuo viaggio!

Anche gli utenti che hanno visto la nostra guida di Siviglia in 3 giorni erano interessati:

Deja un comentario