Cosa vedere a Roma in 3 giorni

Viaggiare a Roma può essere una delle esperienze più arricchenti per ogni viaggiatore, immergendosi nella città che ha segnato l’evoluzione della storia fino a raggiungere il mondo che conosciamo oggi….. E’ impressionante!

La migliore guida per visitare Roma in 3 giorni.

Camminare per Roma e scoprire cose nuove ad ogni passo che si fa….. L’ideale sarebbe godersi Roma per 7 o 10 giorni e poter visitare tutti i musei e immergersi nella storia e nella cultura di Roma….. Ma purtroppo non tutti possono trascorrere così tanti giorni di viaggio, giusto?

Per questo motivo, abbiamo voluto proporre ai nostri viaggiatori questo itinerario completo di Roma in 3 giorni , che permette di vedere i più interessanti della capitale italiana, senza dover trascorrere più di tre giorni nel vostro viaggio. Perfetto per un weekend a Roma o una fuga su un ponte.

Viaggiare a Roma in 3 giorni, è possibile?

Non sarà un viaggio tranquillo, ma non vi costerà molto realizzare tutto quello che abbiamo pianificato, è una guida perfetta per vedere l’essenziale. logicamente essere un esperto di Roma o conoscerla in profondità sarebbe bene un po’ di tempo in più, ma 3 giorni sono perfetti per conoscere l’essenziale di Roma.

Consigli per il tuo viaggio a Roma

Se avete intenzione di trascorrere un weekend a Roma può essere una grande idea acquistare il City Pass di Roma. Dal momento che si risparmia abbastanza soldi e soprattutto si risparmiano le lunghe code per entrare nei luoghi più rilevanti della città (ad esempio include l’ingresso per saltare la coda alla Basilica di San Pietro). Comprende anche il trasferimento da/per gli aeroporti di Ciampino e Fiumicino.

E i biglietti per i grandi monumenti come il Colosseo e le audioguide per il Colosseo e il Pantheon.

Cosa vedere a Roma in 3 giorni

Oltre a quello che troverete in questa guida, ci sono molte altre cose da vedere e da fare a Roma, ma per mancanza di tempo per i nostri viaggiatori non potremmo includerlo, qui avete gli elementi essenziali da vedere durante il vostro viaggio verso la principale città d’Italia.

Prima di tutto vogliamo farti un Regalo, se un regalo…..perché la possibilità di fare un TOUR GRATUITO attraverso Roma con una guida esperta nella storia romana lo consideriamo un regalo. Puoi prenotarlo gratuitamente e grazie ad esso potrai sfruttare al meglio il tuo viaggio a Roma. Qui è possibile ottenere il vostro Free Spanish Tour con guide esperte a Roma. Prego.) Se ti è piaciuto il Tour, per favore lascia una mancia in modo che possiamo continuare a godere di questa meraviglia.

Cosa vedere a Roma: giorno 1

Il primo giorno a Roma sarà molto produttivo, potrete godere della Roma più antica e dei resti della Roma imperiale, che ci riporterà indietro di oltre 20 secoli nel tempo.

Foro Romano

Foro romano

L’itinerario inizia con la visita al Foro Romano, centro culturale, politico e religioso dell’antica Roma, attorno al quale ruotava la vita della città.

Percorreremo la strada attraverso i Fori Imperiali e prima di arrivare al Colosseo sulla destra troveremo la porta d’ingresso e le biglietterie (è consigliabile prendere qui i biglietti che servono anche per il Colosseo e in questo caso ci sono solitamente tre volte tante code). In questa stessa strada vedrete diverse guide che vi offriranno una visita guidata del Forum, se non ne avete assunto prima è una buona opzione, purché il vostro budget lo consenta, in quanto raccontano molte storie e spiegano perfettamente tutto quello che troverete lì.

Il Foro Romano è impressionante e al suo interno si evidenziano il tempio di Venere e Roma, da cui si può apprezzare la sua base, l’Arco di Tito, con alcuni rilievi molto ben conservati o la casa delle vestali (donne di alta classe scelte per avere una vita piena di privilegi in cambio della loro verginità).

Il Colosseo

Colisseo Romano

Appena finito di vedere il Foro Romano, ci dirigiamo verso l’imponente emblema di Roma, che vi lascerà senza parole e vi riporterà al primo secolo della nostra epoca.

La struttura è perfettamente conservata, l’ingresso standard permette di vedere il piano terra, senza poter entrare nella sabbia, e il primo piano del Colosseo.

La sua base, lunga 188 metri e larga 156 metri, è stata creata per ospitare le famose lotte dei gladiatori e ricreare combattimenti e battaglie romane. Sembra incredibile che potessero costruire una cosa del genere tanti secoli fa, aveva persino un tetto retrattile in modo che gli spettacoli non fossero interrotti dalla pioggia.

Proprio accanto al Colosseo si trova l’Arco di Costantino, perfettamente conservato, costruito nel 312 d.C. per commemorare la vittoria di Costantino su Massenzio.

Il Palatino

È il colle più popolare della città, dove Romolo e Remo fondarono l’attuale Roma, secondo la leggenda. Nell’antichità imperatori, re Goti e papi vi costruirono i loro palazzi.

Circo Massimo

Dietro il Palatino rimangono i resti del Circo Massimo, anche se oggi la sua disposizione è appena percettibile. Era una pista dove si svolgevano le gare di carrozze.

E ‘tempo di prendere una pausa per mangiare in una delle deliziose trattorie o pizzerie, ritroveremo le forze per continuare a godere di questa fantastica città.

La Bocca de la Veritá

Bocca della Verita Roma

Accanto al Circo Massimo abbiamo la Bocca de la Veritá uno dei luoghi più visitati di Roma , grazie alla sua famosa scena del film “Vacanze a Roma” dove Audrey Hepburn ha presentato la sua mano. Una fotografia molto tipica di Roma.

Attraversando la strada arriveremo a Forum Boario dove troveremo 3 templi romani in ottimo stato di conservazione.

Marcello Theater

Teatro de Marcello

Continueremo la nostra visita in via Petroselli e dopo circa 500 metri troveremo sulla nostra sinistra il Teatro de Marcello. La costruzione fu ordinata dallo stesso Giulio Cesare e terminata da Augusto che la dedicò al nipote Marcello. Il suo piano circolare aveva spazio per circa 20.000 spettatori, dove migliaia di cristiani sarebbero stati martirizzati e giustiziati. Nel XVI secolo furono aggiunti due piani superiori, ancora oggi visibili.

Il Campidoglio

Continuiamo a salire questa strada e arriviamo a lato di Piazza Venezia, prima di arrivare saliamo alcune scale che rimangono alla nostra destra per visitare la piazza del Campidoglio, dove ci sono viste imbattibili del Foro Romano, dove il nostro percorso di oggi è iniziato e dove ci accingiamo a dare per concluso il primo giorno della nostra visita espressa a Roma.

Cosa vedere a Roma: Giorno 2

Se oggi il primo giorno è stato dedicato alla Roma antica, ci concentreremo sulla Roma classica e rinascimentale.

Piazza Venezia

Piazza Venezia

Inizieremo il nostro tour in Piazza Venezia, dove convergono le principali strade romane, è stato eretto un monumento a Vittorio Emanuele II la cui costruzione, iniziata nel 1885 e completata nel 1927, simboleggia l’unità d’Italia.

A pochi metri di distanza si trova la colonna di Traiano, che fa parte del forum Traiano, misura quasi 40 metri di altezza e 3 metri e mezzo di diametro.

Area Sacra

area Sacra

Imboccando via Corso Vittorio Emanuele II non troveremo l’area sacra scoperta durante gli scavi del 1926, si tratta di una raccolta di resti di epoca repubblicana risalenti al II secolo a.C.

Pantheon di Agripa

Panteon de Agripa

Di fronte all’area sacra, a circa 400 metri di distanza, troviamo il maestoso Pantheon di Agripa, uno dei più importanti punti di interesse turistico di Roma. Situato in una piazza con molto fascino, movimento e quasi sempre con musica e spettacoli dal vivo.

Si erge l’imponente struttura del Pantheon. La sua facciata con 8 maestose colonne. Al suo interno ospita il resto di personalità illustri come Vittorio Emanuele II o Rafael Sancio. La sua cupola è senza dubbio un prodigio architettonico.

Ingresso libero, aperto tutti i giorni.

Piazza Navona

Piazza Navona

Continuiamo la nostra giornata appassionata con una visita a una delle piazze più emblematiche di Roma, Piazza Navona, simbolo dell’arte barocca e situata sull’antico tracciato del circo domiziano, che ne spiega la forma.

In essa troveremo tre fonti davvero meravigliose, sottolineeremo la sorgente dei quattro fiumi del Bernini, che riceve un maestoso obelisco egiziano. Situato di fronte alla porta della chiesa, la cui facciata è stata scolpita dal Borromini.
Pieno di ristoranti e caffè è una delle piazze più vivaci di Roma.

Ponte di Sant Angelo

Puente de San Angelo

Il ponte Sant Angelo si trova a 5 minuti da Plaza Navona, attraversa il Tevere e si collega con il Castello di San Angelo. Una vista molto bella del castello che fu usato come fortezza dai papi.

E’ tempo di gustare un buon pasto nei ristoranti intorno a Piazza Navona dove troverete locali altamente consigliati come Da Baffetto o Cantina e cucina, dove il rapporto qualità-prezzo è eccellente.

Piazza del Popolo

Plaza del Popolo Roma

Abbiamo recuperato le nostre forze ed è ora di fare una passeggiata fino a Piazza del Popolo. 15 minuti a piedi ci porteranno a Piazza del Popolo, dove dal Circo Massimo sorge un obelisco alto 24 metri. Da un lato c’è una scala che porta ad un punto panoramico dove si può apprezzare la piazza nella sua interezza.

Dal centro della piazza su un lato vedremo le cosiddette chiese gemelle tra loro separate dalla via principale di Roma, Via del Corso che conduce a Piazza Venezia.

All’altro capo della piazza si trova la chiesa di Santa Maria del Popolo e all’interno si possono ammirare due opere d’arte di Caravaggio molto note, come il “martirio di San Pietro” e la “conversione di San Paolo”.

Piazza di Spagna

Plaza de España Roma

Il nostro percorso continua attraverso il percorso Babuino che ci porterà ad un altro degli emblemi di Roma, la Plaza de España con una delle scale più famose e ha più vita, soprattutto in primavera, dove la gente si siede in loro per gustare un gelato e un meritato riposo.

Al centro della piazza La Fontana della Barcaccia Bernini è una delle attrazioni turistiche. Salendo le scale ci aspetta la Chiesa della Trinità, da dove avremo una fantastica vista sulla piazza. All’interno della chiesa troviamo affreschi dedicati alla vita di Francisco de Paula.

Fontana di Trevi

Fontana di Trevi

Fontana di Trevi è a soli 5 minuti a piedi, una visita che non poteva mancare durante il vostro viaggio. Probabilmente vorrete visitarla di nuovo durante il vostro soggiorno, anche se soggiornate a Roma solo per un weekend. Anche se affollato e pieno di vita, potrai entrare nella folla per scattare una foto e lanciare una moneta mentre esprimi un desiderio.

Le sue dimensioni, le sue sculture, il suo colore bianco e l’azzurro delle sue acque lasciano senza parole, è pura magia che farà innamorare tutti i viaggiatori.

Guida di Roma: giorno 3.

Abbiamo affrontato il nostro terzo giorno a Roma con una serie di visite essenziali soprattutto in Vaticano, che sicuramente vi mancava in questa guida.

La visita al Vaticano può essere suddivisa in diverse sezioni, vedremo le due principali e poi due ulteriori che possono essere molto interessanti.

I Musei Vaticani

Si consiglia di effettuare il check-in online in anticipo per evitare le code infinite che si formano la mattina presto. Potete vedere i musei da soli, con un’audioguida o con una guida esclusiva. Se volete una guida per la vostra visita non sarà difficile trovarne una nelle vicinanze dei Musei Vaticani.

Capilla Sixtina Vaticano

I Musei Vaticani contengono sculture, dipinti e reliquie provenienti da luoghi e tempi diversi. La visita si conclude nella Cappella Sistina, la cui volta presenta affreschi che meritano una visita in Vaticano. Evidenzia la creazione di Michelangelo, senza dubbio l’immagine più rappresentativa della cappella.

Piazza San Pietro

Plaza de San Pedro. Dalla cupola della Basilica.

Piazza San Pietro, progettata dal Bernini, ha una forma ellittica e spiccano due colonnati che proteggono l’Obelisco centrale proveniente dall’Egitto, nella parte superiore si trova un’enorme balaustra con 140 statue di Santi realizzate dagli studenti del Bernini.

Basilica di San Pietro

Basilica de san pedro

Sopra la tomba dell’apostolo San Pietro si trova la Basilica, centro della religione cattolica. Il cui interno lascerà senza parole tutti coloro che lo visiteranno, le sue imponenti sculture e i suoi dipinti delizieranno i visitatori. Evidenzieremo la Pietà di Michelangelo, situata nella navata destra, molto vicina all’ingresso.

La Cupola della Basilica di San Pietro

Puoi salire sulla cupola pagando il biglietto d’ingresso. Il primo tratto di salita può essere fatto in ascensore, ma per questo si dovrà pagare un ingresso un po ‘più costoso. L’ultimo tratto sarà fatto da scale strette sulla cupola, la cui difficoltà è notevolmente aumentata in quest’ultimo tratto, ma quando si arriva in cima ne sarà valsa la pena perché le viste che si godono sono davvero uniche.

Visita alla Necropoli Vaticana

La visita alla necropoli deve essere prenotata in anticipo sul sito web del Vaticano. Sono difficili da realizzare, dato che vengono effettuate solo poche visite e in gruppi molto piccoli.

Vale la pena di immergersi nella storia dell’apostolo San Pietro e delle origini della sua tomba, passando attraverso una moltitudine di opere funerarie pagane che sono state sepolte per molti anni e sulle quali è costruita la Basilica di San Pietro.

La visita si conclude all’interno della Basilica nella zona delle tombe dei papi. La cosa buona è che si può finire il tour all’interno della Basilica senza dover fare la coda abbastanza a lungo per entrare.

Roma in 3 giorni PDF

Scarica questa guida in PDF per stamparla e portarla con te.

DESCARGAR GUÍA PDF

Hai già deciso la data del tuo viaggio a Roma?

Se ancora non sai quando andare a Roma potresti essere interessato a informazioni sul Clima a Roma.

Sono stati interessati anche gli utenti che hanno visto la nostra guida di Roma in 3 giorni:

Deja un comentario