3 giorni a strasburgo

Questa splendida città francese vanta uno dei migliori mercatini di Natale del mondo. In base alle foto che ho visto, si è guadagnata questa distinzione. Anche se, per trovare una scusa, il tempo a Strasburgo durante l’inverno non è il mio miglior alleato quando cerco un viaggio nella capitale dell’Alsazia in Francia. Tuttavia, se avessi l’opportunità di visitare e godere delle cose da vedere a Strasburgo a Natale, non mi dispiacerebbe affatto, perché sono sicura che con un buon cappotto sarò in grado di coprirmi dal tempo intenso (neve compresa).

A parte questo, in questo articolo voglio avvicinarvi a questa città tedesca di confine, darvi molte idee e mostrarvi quanto tempo e cosa potete vedere a Strasburgo in tre magici giorni, a seconda dei vostri piani.

strasbourg

Cosa vedere a Strasburgo in 3 giorni

State trascorrendo qualche giorno a Strasburgo e volete sapere dove andare o cosa visitare? Ecco alcuni suggerimenti per non perdere l’essenziale… Buon soggiorno a Strasburgo!

Tre giorni a Strasburgo 1° giorno

La Grande Isola di Strasburgo

Strasburgo è attraversata dal fiume Ill. Come tale, è composta da diverse isole, ma la più nota è la Grande île de Strasbourg («Grande isola» in francese), che è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO dal 1988.

È il centro storico della città e il luogo in cui si possono ammirare i principali monumenti che rendono famosa Strasburgo, come la famosa Cattedrale di Strasburgo (Cathédrale Notre-Dame de Strasbourg in francese), 4 chiese medievali, oltre a diversi hotel e palazzi del XVIII secolo. Il Grand Isle è il luogo ideale per iniziare la visita della città e godere della sua atmosfera storica.

Cattedrale di Strasburgo

Sicuramente vorrete iniziare la vostra visita con il monumento più famoso della città, quello che si vede in ogni cartolina: la celebre Cattedrale di Notre-Dame de Strasbourg. È il simbolo della città e la più antica cattedrale gotica del mondo. L’ingresso è gratuito. Riunisce tre capolavori architettonici: La torre più alta della cristianità, risalente al 1439. Il grande rosone sulla facciata principale, sopra l’ingresso.

L’orologio astronomico, l’attrazione più famosa della città. Ogni giorno, alle 12:30 precise, avvia il suo gioco di automi e presenta le diverse età della vita e la sfilata degli apostoli prima di Cristo (gratis con lo Strasbourg Pass, di cui vi parlerò più avanti).

Un’altra esperienza da non perdere se si visita la Cattedrale di Strasburgo è salire sulla «piattaforma». Dopo aver salito esattamente 332 gradini su una scala a chiocciola, avrete il privilegio di guardare la città dal tetto della cattedrale. Se il cielo è limpido, si può vedere fino alla Germania. Sebbene l’ingresso alla cattedrale sia gratuito, l’accesso alla piattaforma costa 8 euro. Ulteriori informazioni sulla cattedrale sono disponibili su questo sito web (in inglese e francese).

Visitate le chiese medievali di Strasburgo e la Chiesa di San Paolo

Dopo la cattedrale, si possono visitare le 4 chiese medievali della Grand Isle di Strasburgo e la magnifica Chiesa di San Paolo di Strasburgo (église Saint-Paul). La Chiesa di San Tommaso, che ospita nel suo coro un capolavoro funerario dell’arte barocca: la tomba del Maresciallo di Saxe («tombeau du Maréchal de Saxe»). La chiesa di Saint-Pierre-le-Vieux, il primo grande edificio cristiano a Strasburgo La chiesa di Saint-Pierre-le-Jeune per ammirare gli affreschi del XIV secolo. La chiesa di Saint-Etienne, classificata come monumento storico La chiesa di Saint-Paul, situata all’incrocio tra le piattaforme Zorn e Mullenheim.

Luogo Gutenberg

Situata a pochi passi dalla Cattedrale, la Place Gutenberg prende il nome dall’inventore della stampa che visse a Strasburgo per 10 anni. In suo onore viene eretta una statua. Fu il centro amministrativo e politico della città dal Medioevo fino al XVIII secolo e vi si può ammirare l’edificio rinascimentale della Camera di Commercio. È anche il luogo ideale per sorseggiare un drink su una delle numerose terrazze all’aperto.

Luogo Kleber

Un’altra piazza molto famosa, se non la più importante, è la principale piazza pubblica di Strasburgo sulla Grand Isle: Place Kleber. È il punto d’incontro dei cittadini di Strasburgo in occasione di grandi eventi culturali o sportivi, nonché il luogo in cui si può ammirare l’enorme albero di Natale durante il periodo natalizio. Intorno alla piazza si trova un edificio in arenaria rosa del 1770, l’Aubette. Il suo nome deriva dal fatto che i soldati vi si recavano ogni giorno all’alba per prendere gli ordini di assegnazione. La piazza è un’area pedonale molto piacevole con le sue fioriere e le fontane d’acqua.

Tre giorni a Strasburgo: 2° giorno

Palazzo Rohan

Il Palazzo Rohan (Palais Rohan) è un altro monumento storico della Grand Isle. Originariamente residenza dei principi, ospitava 4 principi della famiglia Rohan, da cui il nome, e oggi ospita 3 musei: Il museo archeologico propone di scoprire la storia completa dell’Alsazia a partire dalla preistoria.

Il museo di belle arti con una ricchissima collezione di dipinti, da Botticelli a Goyat e Rubens. Il Museo delle Arti Decorative con la sua collezione di mobili e ceramiche. Se non volete visitare i musei, vi consiglio di andare ad ammirare l’architettura e la facciata del Palais Rohan, vale la pena di fare una foto! Per gli orari di apertura e i prezzi, consultare il sito ufficiale dei musei di Strasburgo.

Casa Kammerzell

Un altro edificio classificato come monumento storico è la Casa Kammerzell (Maison Kammerzell), un tipico edificio alsaziano a graticcio. È considerata la casa più bella di Strasburgo. Nelle travi si possono vedere sculture in legno che raffigurano scene profane o sacre, tutti i segni dello zodiaco o alcuni importanti personaggi storici come Carlo Magno e Cesare.

E, buona notizia, se vi trovate lì all’ora di pranzo, la casa Kammerzell è ora un ristorante che offre cucina locale. Da provare assolutamente la specialità della casa: crauti con tre pesci, la cui ricetta è gelosamente custodita dallo chef! Per vedere il menu e prenotare, ecco il sito web.

Petite France

La Petite France è la regione più pittoresca e più visitata di Strasburgo. In passato, conciatori, pescatori e mugnai vivevano e lavoravano qui grazie alle acque vicine. Oggi veniamo qui per ammirare le numerose case a graticcio ben conservate e per passeggiare lungo i piccoli vicoli acciottolati in riva al mare. L’isola è riservata ai pedoni e ai ciclisti, in modo da poter godere della tranquillità del luogo.

Mangiare in una cantina alsaziana

Nelle tipiche stradine della Petite France, potete trovare cibo in questi ristoranti tradizionali alsaziani: i Winstub. È il momento di cimentarsi con crauti, torta flambée, baeckeofe e dessert con il famoso kougelhopf. Per trovare prodotti autentici e fatti in casa evitando le trappole per turisti, vi consiglio: Il Tire-Bouchon: cucina casalinga garantita al 100% grazie al marchio «maître restaurateur».

Mun’ s: per gli amanti del formaggio Munster, in quanto le specialità regionali vengono qui rivisitate con questo formaggio. La Petite Mairie: ristorante familiare con fornitori locali e prodotti freschi. È necessario provare almeno uno degli 8 tipi di flamekueche fatti in casa.

I ponti coperti

Accanto alla Petite France si trovano i ponti coperti («Les Ponts Couverts de Strasbourg») che hanno mantenuto il loro nome anche se non hanno più il tetto. Furono costruiti come bastioni per rafforzare la fortificazione dei corsi d’acqua. Servivano a collegare le 3 torri medievali, vestigia degli antichi bastioni, e avevano gallerie coperte in legno, oggi scomparse.

Tre giorni a Strasburgo: 3° giorno

Diga di Vauban

A pochi metri a monte dei ponti coperti si trova la diga di Vauban («Barrage Vauban»).

Fu costruito per proteggere Strasburgo quando i ponti coperti divennero obsoleti a causa dell’evoluzione dell’artiglieria. La diga permetteva, coprendo le sue arcate, di innalzare il livello del fiume Ill e di allagare i campi circostanti per intrappolare i nemici nel fango.

È possibile attraversare il fiume passando per l’interno della diga, grazie a un corridoio in cui sono custodite numerose statue di gargoyle. Ma la cosa più interessante è salire sul tetto, dove si trova una splendida terrazza panoramica. Perfetto per ammirare il labirinto di canali, i ponti coperti e la Petite France di Strasburgo.

Museo d’arte moderna e contemporanea di Strasburgo

Durante il vostro soggiorno nel quartiere Petite France, cogliete l’occasione per visitare il Museo d’arte moderna e contemporanea di Strasburgo («musée d’art moderne et contemporain de Strasbourg»), che si trova non lontano dalla diga di Vauban. Si possono ammirare opere di Monet, Picasso e Brauner. Visitate anche la biblioteca, l’auditorium e la sala di arti grafiche.

Potrete inoltre sorseggiare un drink sulla terrazza panoramica. Gli orari di apertura e i prezzi possono essere consultati sul sito ufficiale.

Museo storico di Strasburgo

Se siete interessati alla storia e alla cultura dell’Alsazia, potete visitare il Museo storico di Strasburgo («Musée historique»), che ripercorre la storia urbana della città con una collezione di modelli, mappe e oggetti della vita quotidiana dal Medioevo alla Rivoluzione francese. Gli orari di apertura e i prezzi per visitare questo museo sono riportati sul sito ufficiale.

Museo alsaziano

Per completare il viaggio e conoscere meglio la storia di Strasburgo, fate un piccolo tour del Museo Alsaziano («Musée Alsacien»). Qui si trovano diverse riproduzioni di scene di vita tradizionale alsaziana, come una fucina o una bottega di ebanista. È presente anche una collezione di costumi e arredi tradizionali.

Museo Zoologico

Infine, per concludere il tour dei migliori musei di Strasburgo, vi consiglio di andare al Museo Zoologico («Musée zoologique»). Se siete in compagnia di bambini, lo adoreranno! La collezione del museo presenta la fauna artica e antartica con animali impagliati e insetti e farfalle naturalizzati. Non molto tipico per l’Alsazia, ma il museo offre un buon momento di relax e di scoperta con i bambini.

Strasburgo in 3 giorni PDF – SCARICA LA GUIDA

È possibile scaricare questa guida turistica di Strasburgo in PDF per averla a portata di mano durante il viaggio, stampata o sul proprio smartphone, senza doversi collegare a Internet.

SCARICA LA GUIDA Strasburgo PDF 

Anche gli utenti che hanno visto la nostra guida Bari in 3 giorni erano interessati: